La tv degli idioti

Provate ad andare a lavorare in una redazione di un programma tv.

Vi fanno vedere un format inglese o olandese, tutte formule voyeuristiche che prendono l’uomo dalla strada o un VIP in decadenza e lo fanno diventare oggetto delle nostre risate.

Non si inventa nulla di nuovo, si limita a tradurre quanto fatto da qualcun altro.

Pippo Baudo nazionale ha fatto nomi e cognomi ed ha dato corpo al mio risentimento contro le nostre tv nazionali, pubbliche e private. Detto da lui però ha più peso, si fa presto a passare da snob.

“Penso che trasmissioni come Amici, della Maria Di Filippi – ha detto – mettano in primo piano solo la mediocrità, non il valore. Dal punto di vista deontologico, non sono affatto programmi importanti”.Pur precisando che ha “molta stima di chi fa la trasmissione”, Baudo ha aggiunto che”c’è però da dire che il programma punta su una cosa molto furba. Se io faccio vedere un ballerino scadente, un cantante scadente, tutti quelli che sono a casa, ballerini scadenti come cantanti scadenti, diranno: anche per me può esserci la televisione. Tutto questo crea un circuito delle illusioni che è molto pericoloso”.

Poi però uno vede gli equivalenti programmi americani od inglesi da cui emergono personaggi tipo questo o Leona Lewis che dopo aver vinto X-Factor inglese è stata in testa alle classifiche in 27 paesi del mondo, ed allora gli sorge un dubbio. Sono bravi loro o siamo noi idioti?

Non ti scordar mai di Te.

Un pò di etimologia: snob

L’origine del termine snob deriva pare da un’antica procedura di registrazione degli studenti dell’Università di Oxford: gli addetti alla registrazione del prestigioso istituto pare che aggiungessero, in calce all’iscrizione di studenti “non di sangue blu”, la nota  “sine nobilitate” (dal latino senza nobiltà, ovvero senza ascendenti nobiliari). Un’altra etimologia della parola sembra derivare da un dialetto inglese in cui “snob” significa “ciabattino” e che appunto gli studenti dell’università di Oxford lo utilizzassero per intendere una persona fuori posto.

Snob in ogni caso è un termine sempre usato in accezione negativa, per identificare una categoria di persone che imitano i modi ed il modo di vivere di classi sociali superiori, atteggiandosi in maniera raffinata e altezzosa. Per estensione il termine è utilizzato per identificare una classe di persone, anche di rango elevato, che ostentano altezzosità o disprezzo verso le classi o i gruppi di persone che considerano inferiori o plebee. Nella storia gli snob venivano identificati come coloro che, pur non avendo titolo nobiliare, stavano a stretto contatto con l’aristocrazia del tempo.

2 thoughts on “La tv degli idioti

  1. Purtroppo la maggioranza (about 85%) delle persone é spaventosamente attratta dalla popolarità, una voglia di APPARIRE che io non riesco a comprendere.
    La gente è priva di riflessioni….

  2. Come disse il buon Warhol: tutti avremo i nostri 15 minuti di celebrità!
    Più che averli la maggiorparte li cerca, ma non ne comprendo le motivazioni. Una celebrità così effimera che svanisce come neve al sole, che soddisfazione da?! Chi si ricorderà di tutta sta gente sine nobilitate tra qualche giorno?! Io di certo no!
    Vabbè il prox anno per provare mi candido all’Isola dei famosi, almeno perdo qualche kg che male non fa!🙂
    Una cosa che ho imparato in questi primi 31 anni è guardare con occhi critici tutto quello che passano i media, e poi scegliere cosa fa per me e cosa no. Forse è un atteggiamento un po snob, ma almeno alleno le mie sinapsi e non mi lobotomizzo davanti a una Tv insignificante.
    Kiss

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s