One night stand

onenightstandNessuno se ne senta offeso, ma si sa. I gay hanno una vita sessuale mediamente più promiscua di qualunque pari età etero. Un uomo non si aspetta un lungo e romantico corteggiamento, nè si fa problemi a “darla subito”, come direbbero a Sex & The city. Eliminando tutta la noiosa, lunga e spesso costosa parte del corteggiamento tipicamente etero, capita spesso di saltare a piè pari dentro un letto prima ancora di sapere se esista o meno qualunque compatibilità di coppia. Il che ovviamente porta nel tempo ad avere un maggior numero di rapporti sessuali fini a se stessi.

Non tutti però sono in grado di gestire questa consapevolezza e capita che solo uno dei due capisca che non c’è alcun seguito alla scintillante notte con fuochi artificiali appena conclusa.

Come fare per farglielo capire? Meglio essere diretti, rischiando di prendersi qualche insulto o preferire una linea più morbida, con impegni sempre più stressanti e cene di lavoro che rendono difficile qualunque altro eventuale appuntamento?

Io personalmente, se non sento le trombe degli angeli suonare dopo il primo incontro, di solito cerco di essere diretto, perchè un colpo basso sferrato a tradimento dopo un solo giorno, per quanto doloroso,  passa presto.

Ma c’è chi insiste, e non si arrende all’evidenza, e nella sua mente confusa è convinto di poter venire a capo della tua determinazione, rasentando lo stalking, immaginando un finale Hollywood style.

Che fare in quei casi? Io suggerisco una via definitiva. Interrompere tutti i contatti, sperando che si stanchi.

Quanto volentieri però vorremmo che sparisse senza farsi mai più sentire. Ogni telefonata, ogni messaggio non fa che ricordarci che anche questa volta è stata solo ginnastica.

ETIMOLOGIA: Stalking è un termine inglese (letteralmente: perseguitare) che indica una serie di atteggiamenti tenuti da un individuo che affligge un’altra persona, perseguitandola ed ingenerando stati di fastidio ma in molti casi anche di ansia e paura, che possono arrivare a comprometterne il normale svolgimento della quotidianità.
La persecuzione avviene solitamente mediante reiterati tentativi di comunicazione verbale e scritta, appostamenti ed intrusioni nella vita privata.
Lo stalker può essere un estraneo, ma il più delle volte è un conoscente, un collega, o un ex-partner, che agisce spinto dal desiderio di recuperare il precedente rapporto o per vendicarsi di qualche torto subito.
In altri casi ci si trova davanti a persone con problemi di interazione sociale, che agiscono in questo modo con l’intento di stabilire una relazione sentimentale, imponendo la propria presenza ed insistendo anche nei casi in cui si sia ricevuta una chiara risposta negativa.
Meno frequente il caso di individui affetti da disturbi mentali, per i quali l’atteggiamento persecutorio ha origine dalla convinzione di avere una relazione con l’altra persona.
Solitamente questi comportamenti si protraggono per mesi o anni, il che mette in luce l’anormalità di questo genere di condotte.
Posted in gay

One thought on “One night stand

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s